Al bar di Sette

Ho letto che Sette ha riaperto il suo confortevole bar e che gli abituali avventori, e non solo questi, ne sono stati ben felici. Un caffè, deca o normale, un cappuccino con o senza shiuma e spruzzatina di cacao, una cioccolata fumante sono sempre tempranti, e un’ottima occasione d’incontro con gli amici! La rinnovata “attività” coincide con il mio rientro … Continua a leggere

compleanno

Ieri è stato il mio compleanno! Un compleanno anomalo, fuori da ogni prefigurazione, da ogni “regola”. L’ho osservato, l’ho visto festeggiare, anche se sotto tono, con affetto, tanto, ma non me lo sentivo, dentro! La vicenda nella quale mi trovo immersa fin nel midollo, che pare si stia per concludere, almeno in quella che definisco “prima fase”, mi ha talmente … Continua a leggere

Quale dimensione?…

Precipitata dal tempo, catapultata nello spazio, sospesa in un’atmosfera rarefatta, ascolto… E le voci intorno non le riconosco… La mente vuota, eppur gravida di pensieri, magma incandescente, annaspa… E i suoni intorno non li riconosco… Anonime sedie, fredde, mi fanno compagnia, mentre camici bianchi, fantasmi frettolosi, indifferenti, fluttuano nell’aria. La nebbia fuori penetra la mia e nulla più riconosco… 9 … Continua a leggere

il sentiero…

8 marzo il sentiero è impervio e accidentato, buio e tortuoso, e noi arranchiamo, ansanti, scudo l’un dell’altro di rovi spinosi, che, minacciosi, ci guardano di fianco, di serpi striscianti. E spingiamo lo sguardo oltre ogni vista a cogliere una luce anche lontana e flebile, e appare, e debolmente illumina il sentiero, poi…si spegne. E noi, sempre più avvinti, procediamo … Continua a leggere

Alba

Nel cielo ancora sonnacchioso d’un mattino d’inverno, nebbioso, palla di fuoco, rossa come brace ardente, il sole in alto levato indulge alla speranza. La nebbia, fitta, diraderà, la luce inonderà la terra e penetrerà fin nelle pieghe più remote del dolore. Rifiorerà la vita!