il sentiero…

8 marzo

il sentiero è impervio
e accidentato,
buio e tortuoso,
e noi arranchiamo,
ansanti,
scudo l’un dell’altro
di rovi spinosi, che,
minacciosi,
ci guardano di fianco,
di serpi striscianti.

E spingiamo lo sguardo
oltre ogni vista
a cogliere una luce
anche lontana e flebile,
e appare,
e debolmente illumina
il sentiero,
poi…si spegne.

E noi,
sempre più avvinti,
procediamo
fin quando s’aprirà
larga la strada,
bianca.

il sentiero…ultima modifica: 2004-03-22T19:32:41+01:00da ilianetto
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “il sentiero…

  1. sei la seconda persona che incontro stasera, bentornata Ilia, mi sei mancata come non credevo possibile. Ora si ricomincia a respirare l’aria tersa delle parole dell’anima. A volte si pensa che le parole non servono, ma poi quando una voce non si ode, ti accorgi che c’è silenzio e le altre per quanto care non bastano a colmare quell’assenza. Bentornata Ilia, bentornata

  2. Quel sentiero che percorri ansante, con passo incerto e l’animo in travaglio, è dove ritemprare il senso della vita. Tu non immagini amica il piacere che adesso provo nel saperti tra noi, nel leggere le tue riflessioni.
    A presto, un’abbraccio, haffner.

Lascia un commento