Al bar di Sette

Ho letto che Sette ha riaperto il suo confortevole bar e che gli abituali avventori, e non solo questi, ne sono stati ben felici. Un caffè, deca o normale, un cappuccino con o senza shiuma e spruzzatina di cacao, una cioccolata fumante sono sempre tempranti, e un’ottima occasione d’incontro con gli amici! La rinnovata “attività” coincide con il mio rientro nella mia città, nella mia casa, alle” mie vecchie, sane abitudini”, almeno credo e voglio sperare con tutta me stessa. Riannoderò, dunque, i fili della mia vita, ne raccoglierò i pezzi un po’ sparsi, e, tra le tante cose che mi aspettano ormai da troppo tempo, riprenderò, anch’io ad andare in compagnia della mia inseparabile amica (siamo insieme anche quando fisicamente lontane) a gustare qualcosa di caldo, ancora ora che l’aria è frizzantina, o di piacevolmente refrigerante quando il caldo busserà alle porte, e a fare “quattro chiacchiere”, come solo noi sappiamo fare, spaziando tra frivoleze, le più amene, o se volete, le più stupidotte, e argomenti seri o scottanti di attualità, di politica, o “filosofando”, e vi assicuro, non troppo in superficie, sulla vita, sui perché degli accadimenti, che, il più delle volte, rimangono inevasi. Avrò ancora, insieme alle nubi che non del tutto sono sparite all’orizzonte, questi piccoli-grandi piaceri quotidiani, insieme alla frequentazione dei miei amici bloggers, la cui sensibilità, la cui generosità d’animo avevo già conosciuta attraverso i loro scritti, che in quest’ultimo periodo ho avuto modo di constatare tangibilmente, e che hanno sortito il benefico effetto di riscaldarmi il cuore, nei momenti di gelo, di darmi un po’ di luce, nel buio del tunnel dove ero precipitata, e da cui so che sto riemergendo. Allora, tutti al bar di Sette ad incontrarci davanti ad una invitante tazza di caffè, o a quel che preferite.

Al bar di Setteultima modifica: 2004-03-31T09:41:59+02:00da ilianetto
Reposta per primo quest’articolo

14 pensieri su “Al bar di Sette

  1. ben tornata, Ilia, bentornata, mi lecco i baffetti in attesa delle tue bellissime scritture, le ricordo come ricordo quadri con cornici appena delineate, ma caratteri forti e decisi nel tratto seppure colori sfumati li riempiono sottolineando tutti i passaggi di pennello e i moti d’anima, a presto

  2. un augurio in ritardo per il tuo copleanno,porte rò una torta di ele da sette per mangiarla tutti insieme, sono passata spesso a vedere se c’erano tue notizie,il vederti ora i fa sperare che il peso che la vita ti ha gettato sulle spalle sia un poco diminuito o che tu abbia acquisito una forza ancora maggiore .Un abbraccio

  3. “Non cercare di capire la ragione di ciò che accade. Accade e basta!!!” … dicevi tu con una pillola di saggezza prima di partire. In questo c’era tutta la rassegnazione di chi va incontro al proprio destino con la consapevolezza che esso non può essergli ingrato. Ed hai avuto ragione, abbiamo avuto ragione. Mia madre nella sua umile filosofia dice sempre “l’importante è raccontarsele le cose”, e questo dico anche a te. Magari tutti insieme davanti ad una bella pizza ed un bicchiere di birra, che ne dici? – Un abbraccio affettuoso.

  4. ma che gioia rivederti qui. posso finalmente farti gli auguri per il compleanno come avrei desiderato giorni fa. mia dolcissima e tenera ilia. vorrei dirti tante cose. ma non le dico. e spero che tu le senta lo stesso. ti voglio bene e ti lascio qui tutta la forza che mi rimane. Valeria

  5. Ilian da cio’ che scrivi ho capito che anche tu hai avuto un momento buoi come capita a tutti, ma sono felice che finalmente stai vedendo la luce, sei una persona dolcissima ,non sai con le parole quanto sei stata sempre generosa con me e prendo l’occasione per ringraziarti… …..ma dove è il bar di sette? Va che se è vicino a me io ci vengo …….se no’ ci saro’ almeno virtualmente… ..in questa bella compagnia…..c iao Ale

Lascia un commento