silenzi….

Notte! La voce di un silenzio assordante Urla pensieri di dolore, E la sua eco si espande nelle stanze Vuote. Spingo lo sguardo, appannato, stanco, Sulla strada deserta, Percossa da scrosci violenti di pioggia. Un gatto randagio, macilento, nero, Miagola roco la sua assurda sofferenza. Nessuno ti ascolta, mio misero amico! Il cielo, squarciato da mille saette, S’illumina a giorno … Continua a leggere

Avvicendamento? Non mi pare!

La RAI , dopo un non troppo lungo (e in verità non troppo accurato) esame di coscienza, ci ha restituita quella striscia d’informazione, che, prima della sua scomparsa improvvisa, inattesa, quanto preconizzata, era stata di Enzo Biagi. Ne siamo davvero felici! Mamma RAI non delude mai, non ha lasciato i suoi figli in balia di chissà chi o cosa: i … Continua a leggere

massima su cui meditare…

Chi sa di ESSERE profondo, si sforza di essere chiaro; chi vuole APPARIRE profondo alla folla, si sforza di essere oscuro.Infatti la folla ritiene profondo tutto quel di cui non riesce a vedere il fondo: è tanto timorosa e scende tanto malvolentieri nell’acqua. (F. Nietzsche)

e il lupo…

Disse: “Vieni, andiamo al parco!” Ignara, fiduciosa, Seguisti il tuo carnefice, Felice, nel tuo abitino bianco. La strada, larga, presto Si chiuse in un sentiero, Impervio, soltario. Ed egli disse Ancora; “Vedrai prati fioriti e tante margherite, bianche, di là da questo”. E tu, serena, Trotterellavi accanto a lui, Per nulla spaventata. Ora il sole occhieggiava Dai fitti rami, ricurvi … Continua a leggere

Dedicata alla mia amica poetessa

Ti vedo, Emaciata, stanca, Eppur di vita Vibrante… Ti guardo, Sul tuo viso smunto, Una maschera di contenuta Sofferenza… Mi parli, dalla tua voce, flebile, Suoni pacati, misurate Parole. E penso A quella voce squillante, E cristallina e dolce, Che su quelle degli altri Già s’alzava. L’uditorio Diventava muto, Rapito dalla tua poesia, Sagace e bella, e piena D’ironia. Allora … Continua a leggere

il matrimonio secondo …me

Sono reduce dalla visione di un film, matrimonio impossibile, che definire demenziale, secondo il mio parere, è poco. Tuttavia, a parte qualche risata, un michael Douglas fuori dai suoi abituali ruoli, una angie Diskinson(mi pare fosse lei) notevolmente invecchiata, una frase mi ha particolarmente colpita, e diceva pressappoco così: il matrimonio non è degli sposi! Intendendo, naturalmente per matrimonio non … Continua a leggere

All’alba…

All’alba,quando tutto appare ovattato, e sento ancora il rumore del silenzio, l’immobilità del tempo m’illude, ingannevole. La luce, che prima timida comincia a filtrare, diventa sfacciata. Un nuovo giorno prepotente avanza, ancora foriero di forze maligne E tornano le angosce sopite, il senso del nulla l’avvertimento doloroso del vacuo. Il male di vivere, unico compagno dell’inutile viaggio, Riprende.