Senza titolo

                                                                         Cielo nero                                trafitto da lame                                      infuocate,                                      rami nudi                               percossi da venti                                        rabbiosi                                         cullano                                  un gelido cuore                                        squarciato                                   da lucidi artigli                                        d'acciaio                                                                                                       

27 gennaio 2005

Domani 27 gennaio è il giorno della memoria, della shoah, per non dimenticare le vittime del nazismo, perché  non si ripeta ancora la più atroce delle infamie mai compiute dalla follia umana.Forse abbiamo dimenticato che tante altre ce ne sono state e ci sono tuttora, e vengono alimentate dai vari interessi del momento…Ma domani è il giorno della memoria!Questo, di … Continua a leggere

Help me!

    Aiutami,ch'io non rovini più nel nero abissodella disperazionedove la fredda mano d'un destino avversomi sospinge.Aiutami! Che il cuore mio non palpiti,gonfio di pena e d'amarezza,ma battainsieme all'ali degli aironiche felici sfrecciano,aquiloni che non cadranno,mai. Aiutami!Che gli occhi miei già spentisi riempiano avidi dei mille coloridei fiori chea primavera le campagne inondano.Aiutami!Che l'anima mia si apra alla speranza,dinanzi ad … Continua a leggere

         Avevo perso ogni interesse alle trasmissioni televisive, quali che fossero, ma ieri sera fui "coinvolta" in una fiction in due parti "la bambina dalle mani sporche", che, pensavo, avrebbe potuto darmi un momento di "sana evasione". Gli interpreti, da Sebastiano Somma  a Ornella Muti, da Giuliano Gemma a Remo Girone a Philippe Leroy, m'ispiravano una discreta fiducia; il soggetto, qualcosa … Continua a leggere

Pioggia

…Ed è tornata la pioggia anche da noi!!!                                              MA                                                   Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti:                     sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta,                                      anche se stai piangendo!                                                                               (ANONIMO)                                               

Sei tu…

Sei tuOcchi perdutinel vuoto,labbra serrate,mute parolesconnesse. Sei tuOltre il tuo murodi pietra, chiuso da sbarredi ferro,ostaggio d'angoscia…Ed io,  Pur vittima come tu sei,Dovrò assistereInerte Al tuo iniquoOlocausto?        

la storia di Filippo. ultima parte. La condanna…

 "L'avvocato Filippo Zostri, ritenuto colpevole di omicidio premeditato della moglie, la famosa giornalista Miranda Tella, è stato condannato alla pena di vent'anni di reclusione!" Recitavano i titoli dei giornali di un giorno qualunque, dopo circa un anno dall'omicidio.   Filippo finì in prigione!   " Miei cari, Filippo, Andrea, ho scoperto di essere affetta da un male incurabile,   dopo accurate visite e lunghi esami … Continua a leggere

La storia di Filippo. Terza parte. Le indagini

La telefonata del commissario non si fece attendere. Gli chiedeva di recarsi in commissariato. Qui egli gli comunicò, in tono ufficiale che dagli esami effettuati risultava quanto segue: avvelenamento da farmaci altamente tossici; morte istantanea; ora della morte, di una precisione quasi assoluta, grazie anche agli studi "particolari" dell'entomologo forense, che qualcuno dotato di "spirito macabro" aveva soprannominato lo Sherlock Holmes a … Continua a leggere

La storia di Filippo. seconda parte. Il ritorno in villa

L'avvocato Zostri, perso nei suoi dolci ricordi, che quel mattino gli facevano male, era intanto giunto a destinazione.Non si recò subito al suo studio: L'appuntamento era per il pomeriggio.Girovagò per le strade di Milano, senza meta, fino a quando non si ritrovò nella zona Famagosta, sui navigli. Che strano! In quella zona aveva abitato, in via Renzo e Lucia, in … Continua a leggere

la storia di Filippo. prima parte: amore a prima vista

   Gli Zostri, da circa sei anni, da Milano, dove l'avvocato ancora aveva uno studio legale,   affidato poi alla bella, intraprendente, giovane segretaria, si erano trasferiti a Losanna. Qui Filippo già da tempo esercitava la sua professione con successo in un prestigioso studio legale, messo su con un socio del posto, che, al momento dell'insediamento definitivo dello Zostri, si era ritirato, … Continua a leggere