Tania. Villa Girone. Quarta parte

   Tania percorre la statale a velocità moderata, non molto trafficata a quell'ora del mattino.   Il posto che deve raggiungere non è distante, circa trenta km. Ha tutto il tempo… Si guarda intorno, incuriosita: non è mai uscita da Torino, finora! E tuttavia riesce ad orientarsi, anche grazie alle indicazioni precise ricevute dall'amica. La villa dei coniugi Girone è ben visibile appena … Continua a leggere

Tania. Terza parte. Il cambiamento di Tania.

Tania ora è lucida, ben sveglia. Il sole è alto nel cielo, seppur pallido. Ha appena il tempo di preparare e bere una tazza di caffè forte, bollente, di vestirsi. Manca poco alle undici. Il colloquio è fissato per le dodici  nella storica cittadina di Carmagnola non lontana dall'austera, algida Torino, dove risiede da qualche mese.Qui era nato e aveva … Continua a leggere

Tania. Seconda parte. Ritorno al passato…

L'alba cede il passo al giorno che avanza, lento, ma Tania rimane inerte e, come in dissolvenza, una serie di flash-back le riporta il passato. Al rallenty, rivede una bambina spaurita,  un'adolescente smunta, tormentata, se stessa; gl'incubi notturni si materializzano, terrorizzandola, ancora; scoppia furioso, un litigio fra i genitori, come tanti, come troppi, li vede, ne sente le voci alterate, … Continua a leggere

Tania. Prima parte. Un lavoro per Tania

E' l'alba! Un'alba sonnacchiosa come tante eppur diversa. C'è qualcosa nell'aria ferma, stagnante, qualcosa d'impalpabile. Sensazioni indefinite e note, riconoscibili: ansia, timore, lucida determinazione a raggiungere la meta che si è prefissata. Di fuori, in una città che non è sua, dove si è trasferita da pochi mesi, nella luce ancora lattiginosa, nessun suono, non una voce; intorno, silenzio, solo il … Continua a leggere

Vuota la casa…

  Vuota, la casa,  fredda,assordantedi mille silenzi, ostili… Bianche   Le mura, del pallordel dolore e della rabbia…Monotono,lo sciabordio cupodel maredi lontano…Nell'aria,  dolci profumi,salmastri,del tempo di ieri.Lacrime amare,Pungenti,nel tempo di oggi.

Volare!

 Ho sempre pensato che mi piacesse "volare" da una città all'altra, da un Paese all'altro per una semplice combinazione distanza- tempo. Ma nell'ultima mia sortita in aereo, da sola, dopo del tempo, ho avuto modo di riflettere, e ho finalmente capito le reali motivazioni che mi hanno sempre spinta all'utilizzo dell'aereo nei miei spostamenti, piuttosto che di qualunque altro mezzo: … Continua a leggere