…E ancora Cassino!!!

Questa notte, insonne come e più di tante altre passate, il pensiero di te, mia dolce Rosa, mi tormentava, mi rasserenava, …E guardavo il tuo volto, maschera di dolore ben dissimulato; e vedevo il tuo coraggio,   al di là di ogni limite umano: TU confortavi noi, piccoli e impotenti di fronte a TE; e sentivo, dalla tua voce sommessa, non … Continua a leggere

Il “sacchetto di carta”…

Un pomeriggio d'agosto. Sole bruciante. Un venticello rende sopportabile la calura estiva.Distesa su una comoda sdraio la donna ha vinto la riluttanza verso QUEL libro. Lo apre laddove aveva lasciato il segnalibro molto, molto tempo fa. Comincia a leggere…Un foglio bianco ripiegato scivola giù a terra. Si china per raccoglierlo e, a distanza più ravvicinata, vede scritte delle parole. La … Continua a leggere

Un’avventura…

 Un pomeriggio inondato di sole, una palla di fuoco che acceca gli occhi, brucia la pelle.Le due donne, una giovane, l'altra meno, madre e figlia, forse, intrepide e, nel contempo, timorose, si trovano in una campagna deserta; solo sterpaglia e, miracolo della natura, alberi folti, frondosi, dove il vento di ponente s'incunea e fischia, sinistro…Non altra voce intorno, se non il … Continua a leggere